Avviso sull'utilizzo dei cookies

Questo sito fa uso di alcuni cookie "tecnici", necessari per il suo funzionamento. Non vengono raccolti dati a fini commerciali (cookie "di profilazione").

730/2015 precompilato!

Nel decreto semplificazioni fiscali è contenuta una grossa novità. A partire dal 15 aprile 2015 tutti i dipendenti e pensionati riceveranno il 730 precompilato direttamente dall'Agenzia delle Entrate.

 

Quando riceveremo il 730 precompilato?

Entro il 15 aprile, potremo ricevere il 730 precompilato in modalità telematica da parte dell’Agenzia delle entrate.

Quali dati conterrà il 730 precompilato e quali no?

I dati verranno prelevati dall’Anagrafe tributaria, ad esempio 730 anno precedente e relativi versamenti, nelle certificazioni rilasciate dai datori di lavoro, CUD, altri dati saranno forniti da soggetti esterni (banche e assicurazioni). Solo nel 2016 saranno incluse anche le spese sanitarie che attraverso la TESSERA SANITARIA vengono registrate e inviate all’Agenzia delle entrate.

Se il contribuente ha oneri deducibili o detraibili che non sono contenuti nel 730 precompilato?

Sarà necessario aggiornare i dati modificando il 730 proposto dall’Agenzia delle entrate indicando i dati mancanti oppure predisporre un 730 o un unico persone fisiche partendo dai dati in proprio possesso come è stato fatto fino ad ora.

Si possono modificare i dati del 730 precompilato?

Si, si possono inserire quelli mancanti e modificare quelli proposti nel momento in cui non fossero corretti anche con l’ausilio del sostituto di imposta che presta assistenza fiscale, un CAF o un intermediario abilitato.

Entro che data dovranno essere inviati i 730 all’Agenzia delle entrate?

La dichiarazione dovrà essere inviata entro il 7 luglio dell’anno successivo al periodo di imposta a prescindere dal soggetto che la predispone. Quindi, sia che la si presenti direttamente o per il tramite di CAF ed intermediari abilitati.